lexus_01_01
 

http://www.autoblog.it/post/16220/lexus-conferma-la-media-compact-entro-il-2010

Di una ipotetica Lexus del segmento C da posizionare sotto la “IS”, indicata da molti con il nome “BS”, si parla da anni e ne aveva fatto accenno persino il vice presidente di Gruppo Toyota Tokuichi Uranishi. Ma l’attuale crisi del settore auto e le future normative restrittive sulle emissioni di CO2 ne hanno definitivamente deciso il varo sul mercato e quindi questa volta è il Direttore Generale di Toyota Europa a darne pubblica notizia alla stampa.

Dalla sede di Colonia, Tadashi Arashima, ha gettato il guanto di sfida alla BMW Serie 1 e all’Audi A3 che del ricco segmento sono le regine. “Noi offriremo una Lexus nel segmento Compact Premium perché è obiettivo della Casa offrire veicoli sempre più piccoli e efficienti. E questa nuova vettura destinata all’Europa ci permetterà di raggiungere entro il 2015 le 150.000 vetture all’anno e di arrivare almeno al’1% del mercato continentale”.

Purtroppo, per챵, a parte queste dichiarazioni di intenti, il tradizionale riserbo nipponico non dice molto sulle reali doti sia estetiche che meccaniche del modello in arrivo presumibilmente a partire dal 2010. Dando per scontato la classicissima formula dei due volumi e 5 porte che sono un must per questo tipo di vettura il resto 챔 solo nel campo delle ipotesi, che sostanzialmente sono tre.

L’idea primigenia è che la Lexus BS fosse una “IS Compact”, quindi una trazione posteriore derivata dalla “duevolumizzazione” della sorella maggiore. Ipotesi affascinante che toglierebbe alla BMW quell’alone di unicità delle sue caratteristiche tecniche, ma in contrasto con quanto recentemente detto sul contenimento dei pesi e dei consumi in quanto il modello di partenza, la IS, non è propriamente un fuscello.

Si fa strada la seconda ipotesi, cioè che la Lexus Compact sia una Auris di lusso. Quindi più modestamente a trazione anteriore, ma almeno con il ponte posteriore MultiLink e anche i motori V6 che differenziano la media venduta in Giappone dalla versione europea che 챔 solo a 4 cilindri e nelle versioni di accesso monta un ponte rigido posteriore, di sicuro una ciclistica non adatta a una Premium.

Terza ipotesi, la più affascinante forse. La futura Lexus BS sarà sorella della Subaru Impreza (che fa parte del gruppo Toyota) e quindi a trazione integrale o addirittura solo posteriore se userà il nuovo pianale di medie dimensioni, opportunamente modificato, destinato alle future coupé Toyota e Subaru.

Insomma, se alla Toyota sapranno non farsi sfuggire l’occasione cercando una soluzione veramente in grado di ingolosire e attirare chi è assuefatto ai prodotti delle Triade Teutonica, forse qualcuno a Ingolstadt e a Monaco avrà qualche preoccupazione in più. Non ci resta che attendere.

Annunci